La notte del Faraone

Un ritratto in piedi di Mario Mieli

Luca Scarlini

Dalle smanie della climatologia, che denuncia i popoli delle zone calde come schiavi delle passioni alla liberazione del desiderio, il terzo evento è dedicato alla figura di Mario Mieli, scrittore, performer e pensatore chiave nel dibattito italiano. In una serata evento intitolata La Notte del Faraone, un ritratto in piedi di Mario Mieli Luca Scarlini, narratore, scrittore e presentatore radiofonico, ripercorre l’opera di Mario Mieli mettendone in luce l’importante contributo dato alla riflessione su sessualità, desiderio e studi di genere e l’attuale necessità del suo pensiero nell’Italia contemporanea e nel contesto internazionale. L’evento è organizzato in collaborazione con Lovers Film Festival 2018, Torino. Si ringrazia Enrico Salvatori per la ricerca e il recupero di materiali Teche Rai.

Luca Scarlini

(Firenze, 1966), dopo una laurea in storia dello spettacolo a Firenze nel 1993, ha proseguito i suoi studi in Inghilterra. Drammaturgo, saggista, traduttore, storyteller in scena, organizzatore culturale e consulente editoriale per molte case editrici, scrive, in italiano e inglese, insegna in varie scuole e università in Italia e all’estero, occupandosi tra l’altro di teatro, relazioni tra letteratura e musica e moda. Scrive regolarmente per Teatro Regio (Torino), Sistema Musica (Torino), Amici della Musica di Perugia e Ravenna Festival, lavora da molti anni con Radio3 Suite e con la RSI2 Lugano. Ha insegnato storia della scenografia all’Accademia di Brera, insegna tecniche di narrazione alla Scuola Holden, Racconto dell’Arte al Master di Ca Foscari, e discipline di scrittura e organizzazione culturale a IEd Milano e IED Firenze, lavorando con molti teatri e università in Europa (Ginevra, Vienna, Bruxelles, Ghent). Si occupa di didattica dell’arte, collabora in questo ambito con la Scuola Holden e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Lavora da molti anni nei territori della storia della moda, in relazione alle arti dello spettacolo, negli ultimi anni collabora alle mostre del Museo Ferragamo di Firenze.